CLV

Ricerca
Avanzata

Yara, appello di Carabinieri e Polizia: “Ogni segnalazione ci può essere utile”

Brembate Sopra (Bergamo), 9/12/2010 – Nella trasmissione di ieri sera il Comandante provinciale dei Carabinieri, col. Roberto Tortorella, e il Questore di Bergamo, Vincenzo Ricciardi, hanno rivolto un appello congiunto a chiunque abbia informazioni di qualunque tipo a comunicarle senza alcun timore. Saranno poi gli inquirenti a valutare le segnalazioni in base agli altri elementi e i risultati delle indagini, che ripartono quindi dalle testimoniaze. "Chi l'ha visto?" ha raccolto quelle del giovane vicino di Yara, di un operatore del centro sportivo e di una ex guardia giurata. Anche dagli spettatori sono arrivati numerosi suggerimenti per le indagini, alcuni dei quali sono stati citati in diretta da Federica Sciarelli.
I vertici locali di Polizia e Carabinieri, hanno dichiarato oggi che continuano a considerare Yara Gambirasio come "scomparsa", al termine di un incontro con il procuratore aggiunto di Bergamo Massimo Meroni al quale ha partecipato anche il direttore del Servizio Centrale Operativo della Polizia Gilberto Caldarozzi. Intanto i carabinieri del Ros sono tornati nel cantiere del centro commerciale alle porte di Mapello (Bergamo) e presto estenderanno le loro ricerche anche in altri cantieri vicini a Brembate Sopra utilizzando un georadar.

[Guarda il video nella puntata dell'8 dicembre 2010]

Comments

comments

10 dic 2010 alle 07.07 "Chi l'ha visto?"

12 Commenti su Yara, appello di Carabinieri e Polizia: “Ogni segnalazione ci può essere utile”

  1. Buona sera , chiedo venia per il disturbo ma essendo anch’io genitrice di due figli , sento il dovere di esprimere la mia opinione in merito alla vicenda di Yara che mi ferisce tanto, mi addolora saperla chissà in quali mani. Questa storia mi ha ricordata, sin da subito , le due ragazzine segretate in Belgio, di qualche anno fa e poi decedute per mano del pedofilo e dell’altra storia assurda che teneva chiusa nel sottoscala la ragazza, la quale poi, è riuscita a scappare con un espidiente. ( non mi ricordo il suo nome ). Io credo che Yara si sia fidata di un adulto conosciuto ( possibile genitore ),dentro la palestra . Credo che sia ancora in vita Yara ma sopratutto bisognerebbe verificare quali e quanti ^ papà/fratelli ^ non sono più stati o nei pressi della palestra . Verificare quanti di loro hanno una casa fuori città o simili. Bisogna ritrovarla presto perchè questa storia sta facendo soffrire tutta Italia, i suoi genitori e ulteriormente chi ha perso , ultimamente , la propria figlia : Sara Scazzi . Grazie di cuore e buon lavoro a tutti .
    M.Elisabetta

  2. Elisabetta il 10 dic 2010 alle 07.07
  3. Salve, vorrei esprimere un mio pensiero riguardo alla scomparsa di Yara.Se la ragazza e’ stata rapita da una banda organizzata, sicuramente nei giorni precedenti al rapimento, questi loschi individui avranno fatto molti appostamenti per studiare i tempi e i modi del crimine.
    E’ necessario fare un appello a coloro che frequentano la zona o che vi abitano e chiedere loro se hanno visto dei “movimenti” strani nei giorni prima della scomparsa della ragazza.
    Un cordiale saluto.
    Bruna

  4. Bruna il 11 dic 2010 alle 02.02
  5. Da una parte si sente “ogni pista viene verificata”, poi il primo testimone, inizialmente passato per mitomane, viene ripescato e diventa l’uomo chiave, poi i cani hanno sbagliato (ma i cani NON sbagliano), poi la pista del walkie-talkie viene accantonata perché non verificabile.
    Secondo me UNA delle persone che hanno preso Yara piantonava la palestra e con la ricetrasmittente ha segnalato agli altri di avvicinarla e prenderla, magari uno lo conosceva, un’altro si è spacciato per giornalista o scrutatore sportivo per la gara dell’indomani… Poi uno dei rapitori, dopo aver riposto la ricetrasmittente da cantiere (funzionano a 3 km) e con addosso l’odore di Yara (i cani hanno forse seguito l’odore del sudore della paura della piccola – lascia un segnale molto più forte per il loro fiuto) se n’è tornato a piedi al palazzetto, dalla porta laterale ha seguito le prime ricerche o ha fatto sport, poi se n’è andato con la propria auto. Quindi i cani potrebbero aver percorso a ritroso l’usta di Yara verso il cantiere da dove uno dei complici tornò a piedi, dopo averla presa e avere avuto il suo odore addosso.
    Ha senso usare ricetrasmittenti invece dei telefoni e anche prenderli in prestito da un cantiere invece che comprarli rendendosi identificabili.
    Le ipotesi sono tante, spero che le piste siano tutte battute (anche i percorsi a ritroso) e che si arrivi presto a risultati concreti. Il mio pensiero constante va alla famiglia di Yara.

  6. Sabina il 11 dic 2010 alle 02.02
  7. Io non ho segnalazioni da fare ma, essendo madre anche io di due bambini, sto soffrendo insieme ai genitori di Yara. Ogni giorno mi interrogo su quale può essere il motivo per strappare una figlia alla propria madre. E a seguito di queste domande che mi pongo mi è venuta in mente qualche ipotesi. Anche secondo me potrebbe essere stata vittima di un pedofilo. Ma non uno che passava di lì per caso. Qualcuno che magari frequentava la palestra. Che Yara vedeva tutti i giorni e di cui si fidava. Secondo me è lì che bisogna cercare. Un’ultima ipotesi è quella del traffico di organi. Perché no? Yara era una atleta con un fisico più che sano. Chissà?!?
    Grazie e buona giornata
    Laura

  8. Laura il 13 dic 2010 alle 02.02
  9. ma gli inquirenti hanno preso in considerazione la macchina rossa da voi trovata?mi sembra una delle piste piu’ calde da seguire.
    saluti

  10. amleto il 13 dic 2010 alle 05.05
  11. ciao,per quando riguarda la pista seguita dai cani,io personalmente penso che non sono attendibili neanche un po’,anzi portano quasi sempre fuoripista,in tutta onesta’,questi cani cosidetti molecolari sono dei veri e propri depistatori,a tal proposito voglio dirvi di stare molto attenti,io ed alcuni amici in agosto 2010 proprio a causa di questi famosi cani molecolari,che adesso si trovano sulla scena di Yara,abbiamo perso una ragazza di solo 28 anni,nonostante la mia insisteza con prove oggettive che attestavano senza ombra di dubbi che la ragazza aveva percorso una strada diversa da quella indicata dal cane,quasi tutti hanno trascurato la mia pista e hanno seguita quella del cane,ma purtroppo dopo circa un mese la ragazza è stata trovata senza vita a poche centinaia di metri dalle mie indicazioni.yara,è stata presa o da qualcuno che frequenta la palestra o da qualche balordo che abita lungo la stada che va dalla palestra a casa di Yara,oppure da qualche persona che è molto vicina a Yara o alla sua famiglia.speriamo bene,Angelo.

  12. angelo il 13 dic 2010 alle 10.10
  13. Buonasera.
    Seguo sempre in televisione il caso della scomparsa di Yara e vorrei esternarvi una mia riflessione:
    se non mi sbaglio una signora che abita nella stessa via di Yara quella sera mentre stava portando a spasso il cane si è imbattuta nei due uomini di cui parlano anche gli altri testimoni;
    e, sempre se non sbaglio, ha detto che il cane ha abbaito in modo veemente contro di loro, tanto che lei ha chiesto scusa a questi due tizi. Quindi immagino che, bene o male, li abbia visti in faccia. Allora la polizia non potrebbe fare come si vede nei telefilm, cioé avvalersi di un disegnatore che seguendo le indicazioni della signora tracci un identikit dei due uomini in questione e poi eventualmente diffonderlo in televisione cosi che se qualcuno li ha visti (o li vedrà) in giro possa segnalarlo?
    Caso mai chiedete agli inquirenti se lo hanno fatto.

  14. Paolo il 22 dic 2010 alle 03.03
  15. la maglia era azzurra o nera?
    l’auto rossa è passata o non è passata?
    hanno perquisito dappertutto; tranne le abitazioni private…
    i cani: hanno seguito le tracce di Yara verso casa o quella strada non l’ha mai fatta al ritorno?
    uscita davanti (la testimone) dove i cani hanno pure trovato tracce mi pare; e al cantiere dove mi pare i cani siano arrivati seguendo le tracce, è andata a piedi? magari sì, perché se no come facevano i cani a seguirne le tracce? con chi? altri “odori”? di chi era con lei?
    e ritorno sui “ritrovamenti”: auto rossa, anzi Citroen con il fianco segnato? giubbotto nero buttato da un’auto? maglia azzurra (!) ripescata nel fiume? Questo leggo e ascolto in trasmissione, e resto perplessa.
    Non sono affatto solita intervenire o seguire in tal modo fatti in qualche modo “privati”, pur drammatici come questo. Non so, forse gioca il fatto di aver compreso, per il lavoro che ho svolto per due anni in un OPG, che sono spesso gli insospettabili…Ma non è una considerazione originale…

  16. Lidia il 26 dic 2010 alle 06.06
  17. Sono allibita dal fatto che si continuino inutili ricerche in spazi aperti! Dicono di cercare Yara viva ma cercano dove al massimo potrebbero trovare un cadavere!
    A questo punto delle indagini si capisce abbastanza chiaramente che questo caso potrebbe essere molto simile a quello di Natascha Kampusch! Bisogna cercare nelle case (per quanto difficile legalmente!) ma se Yara è ancora viva è in una casa, in una cantina.
    Le mie sono sensazioni, ma credo che si stia perdendo del tempo utile!

  18. Giu il 28 dic 2010 alle 10.10
  19. E’ chiaro che, come tutti, sono addolorata per cio’ che e’ successo alla povera Yara e immagino quanta sofferenza per i familiari. Vorrei solo far presente che c’e’ un libro, da cui poi hanno preso spunto per fare un film, intitolato “amabili resti” di Alice Sebold.Ci sono parecchi particolari che riproducono quella che è la vita di Yara (un fratellino e una sorella, la scomparsa di sera all’imbrunire, persino l’eta’ della ragazzina(la protagonista del libro ha 14 anni). Non voglio svelare chi era l’assassino, ma sarebbe interessante leggerlo per provare a capire.

  20. angela il 02 mar 2011 alle 04.04
  21. sarebbe un bel gesto da parte degli abitanti di brembate, più delle fiaccolate, delle parole che sono a volte anche troppe, che mettessero a disposizione il loro Dna. se tutti vogliono raggiungere la verità in fretta e non vogliono vivere nella paura che possa essere stato il vicino di casa, il compagno della palestra o chissà chi un gesto del genere potrebbe aiutare tutti. un abbraccio fortissimo, per quanto piccolo, ai genitori di Yara. e un ringraziamento va a voi di chi l’ha visto per il lavoro grandioso che fate. vi seguo da anni e vi stimo per il vostro coraggio a non arrendervi mai. elisa da siracusa

  22. elisa il 13 mar 2011 alle 03.03
  23. perfettamente d’accordo con quanto scritto da elisa il 13 marzo 2011. vorrei suggerire di rivedere e studiare i filmati delle interviste al primo testimone (il ragazzo che disse di aver visto Yara la sera ella scomparsa). dal suo sguardo, dal modo di gesticolare,a mio parere traspariva qualcosa di non chiaro che mi ha riportato alla mente il danilo restivo di elisa claps.
    il ragazzo non è sincero. nasconde qualcosa.

  24. elisabetta il 05 apr 2011 alle 10.10

Scrivi un commento