CLV

Ricerca
Avanzata

Gemelle scomparse: l’appello della madre al pubblico di “Chi l’ha visto?”

“Sono state viste sul traghetto per la Corsica. La mia speranza è che siano ancora vive. Aiutateci a ritrovarle” ha detto Irina Lucidi nell’appello lanciato in diretta dalla sua casa di Losanna durante la trasmissione, presente in collegamento anche il procuratore capo di Foggia Vincenzo Russo, che riferito sulle indagini.

[Vai alla pagina del caso]

Comments

comments

10 feb 2011 alle 08.08 "Chi l'ha visto?"

24 Commenti su Gemelle scomparse: l’appello della madre al pubblico di “Chi l’ha visto?”

  1. Buon giorno !

    Io sono appena stato in vacanze l’anno scorso in sardegna (galluria) avete pensato che dalla corsica poteva passare in macchina prendendo il traghetto traversando le golle di bonifacio per santa teresa o palau??
    potrebbe aver preso anche i traghetti da olbia o arbatax verso civitavecchia o livorno. Forse è sceso fino a cagliari…conrollate tutti i collegamenti possibili anche dalla sardegna poi mi pare che anche quando si fà la riservazione via internet è una cosa, ma poi prima dell imbarco, si passa ancora all “casello” della compagnia di trasporto e li viene confermato la riservazione con il contrasegno o un autocollante (moby) non so come è con le corsica ferries o le altre compagnie….tanti saluti dalla svizzera.

    lorenzo

  2. Lorenzo il 11 feb 2011 alle 05.05
  3. Vivo in Canada e noi “chi l’ha visto” lo vediamo in differita…
    Cmq volevo solo dire (magari e’ una stupidaggine) ma qui fare testamento e’ una cosa
    normalissima…l’hanno fatto fare anche a noi, perche’ altrimenti in caso di morte gli eredi
    devono fare richiesta ed e’ una cosa abbastanza lunga.
    Sembro’ strano anche a me quando sono venuta a vivere qui.
    Ecco magari per lui era una cosa normale farlo, anche sotto una forma di “scrittura privata”, visto
    che lo stato non lo richiedeva.

    Distinti saluti…
    Maria

  4. Pia il 11 feb 2011 alle 05.05
  5. Buonasera,

    Io sono francese e vorrei far notare che l’accento francese e l’accento tedesco hanno la “R” moscia quando si parla in italiano.
    Non è importante ma volevo segnalarlo.

    Cordialmente
    Emilie

  6. Lily il 11 feb 2011 alle 05.05
  7. Buona sera, ho letto di Alessia e Lidia e si parlava di due presunti testimoni sul traghetto che hanno visto il padre con le bambine addirittura nella cabina accanto alla loro. Mi chiedevo se gli addetti ai lavori hanno considerato di fare il sopraluogo con i cani nella cabina in questione per verificare l’attendibilità di queste testimonianze perché di certo se li si trovavano,l’attendibilità dei cani in uno spazio così ristretto dovrebbe essere più che certa. Un augurio grande alla madre che tutto possa risolversi al meglio. Buon lavoro a voi e Grazie da parte di tutti noi cittadini.

  8. cristina il 11 feb 2011 alle 05.05
  9. quando si fa il biglietto sui traghetti chiedono la targa è stato chiesto questo?

  10. giovanni il 11 feb 2011 alle 05.05
  11. Buonasera,

    sto seguendo il caso delle 2 gemelline scomparse, e mi permetto di dare un modesto suggerimento che potrebbe permettere di scoprire quale traghetto può aver preso il padre per lasciare la Corsica. Al momento dell’emissione del biglietto del traghetto le compagnie di navigazione richiedono obbligatoriamente il numero di targa del mezzo, quindi in teoria basterebbe contattare loro perchè da qualche parte deve esserci traccia di questo biglietto.

    Buon lavoro

    Valeria

  12. info il 11 feb 2011 alle 05.05
  13. Salve stasera stò seguendo il Vs.programma,e stò riflettendo bene i spostamenti della persona. Il padre aveva lavorato a Bologna,mia opinione ha conosciuto qualche donna di Cerignola.Perchè, un uomo parte dalla Svizzera e arriva a Cerignola?.I cani non trovano tracce, ma e possibile che le bambine siano arrivate alla stazione e entrano in altra auto,quindi i cani non troveranno mai nulla.

    Poi ci sono dei collegamenti con la corsica.Casa che qualche persona sapeva benissimo.Ribadisco sono solo mie opinioni ascoltando il programma televisivo.Saluti

  14. antonio il 11 feb 2011 alle 05.05
  15. Ma scusate non sono presenti delle telecamere al confine? con le telecamere sarebbe possibile vedere se al confine sono passati in tre o se c’era solo il papà alla guida della vettura.
    E poi non ci sono telecamere anche sui traghetti?
    Forse ponendo queste domande alla polizia possono attivarsi su questi due fronti.

  16. Martina il 11 feb 2011 alle 05.05
  17. Salve, scrivo una mia personale ipotesi, in quanto dalla vostra trasmissione e anche dai vari tg, non si riesce a comprendere se sui resti del povero Matthias Kaspar Schepp, sia stato fatto l’esame del dna.
    L’ipotesi è quella che potrebbe essere un’altra persona quella travolta dal pendolino Milano-Bari e che magari Matthias Kaspar Schepp abbia solo incontrato e messo i suoi documenti nella tasca degli indumenti della povera vittima per far credere di essere morto e tornare magari in Corsica dove si ipotizza che le bambine si trovano, per poterle riprendere e vivere con lui.
    Purtroppo, per come si presenta questa storia, non tornano 2 questioni, ovvero quella di perchè aver scelto Cerignola? Cosa lega eventualmente la vittima a quel paese? Forse in quel posto doveva incontrare qualcuno che avrebbe anche forse accettato un suicidio premeditato? Se le intenzioni del Sig. Matthias Kaspar Schepp erano quelle di suicidarsi, perchè nascondere le bimbe e non portarle nuovamente alla madre per poi suicidarsi? Anche la mia ipotesi ha una pecca, ovvero, perchè eventualmente fingere un suicidio per poter scappare con le bimbe e non scappare direttamente? Molte volte nella vostra trasmissione si chiede un contributo da parte del pubblico, per quanto azzardata la mia ipotesi, mi sono sentito di proporvela.

  18. Michele il 11 feb 2011 alle 05.05
  19. Cari amici di “chi l’ha visto”, sono un abitante di Cerignola e anche se non
    vorrei distogliere la vostra attenzione dalla ricerca delle due bambine vorrei
    fare una precisazione. La signora del bar che sostiene di aver visto le
    piccole, non gestisce un bar alla stazione di cerignola, ma in paese. La
    stazione di cerignola si trova in una contrada di campagna a circa 6 km dal
    centro abitato e lì non c’è più un bar ormai da qualche anno! Grazie e buon
    lavoro. Carlo

  20. carlo il 11 feb 2011 alle 05.05
  21. Ma alla frontiera in uscita dalla svizzera, dovrebbero esserci delle telecamere che riprendono tutte le auto in uscita ed`entrata,..almeno credo.

    Anche alla stazione di Cerignola, dovrebbero esserci! E anche ai caselli autostradali dovrebbero esserci telecamere, qualcosa si dovrebbe vedere!

    Anche io vivo in Svizzera, e so che le autorità Svizzere sono severe per questi controlli, tengono molti punti sotto controllo. Controllate queste opzioni.

  22. Antonio il 11 feb 2011 alle 05.05
  23. Salve, oltre al fatto che le due bimbe non vanno più ricercate accanto alla
    figura paterna, potrebbe anche essere importante dire che possono essere state
    separate. Quindi non concentrarsi esclusivamente su due bambine bionde ma anche
    solo singolarmente. Buon lavoro ed in bocca al lupo

    Francesco

  24. Francesco il 11 feb 2011 alle 05.05
  25. Vorrei far notare di quanto siano strane le dieci lettere con i soldi.
    Forse le diverse cifre che contenevano volevano svelare un indizzio.
    chissà, forse le coordinate geografiche?
    forse un indirizzo?
    forse un codice postale?
    forse una simile azione meriterebbe molta più attenzione.

  26. familymajor il 11 feb 2011 alle 05.05
  27. Salve

    Sto seguendo da diversi giorni la vicenda delle gemelline scomparse

    Una ipotesi che mi è venuta in mente è quella della vendetta del padre nei confronti della mamma

    Le bambine non potrebbero essere state affidate per una adozione illegale ?

    Il papà, dopo aver scelto una coppia che gli poteva dare la garanzia di crescere le bambine in modo eccellente, si è suicidato

  28. Renato il 11 feb 2011 alle 05.05
  29. Buonasera Federica,
    io mi domando, ma non è possibile che le bimbe siano rimaste all’interno del traghetto che le ha portate in Corsica? Questo è un pensiero che mi tormenta, non si possono controllare da cima a fondo questi traghetti?
    Seconda ipotesi che ho pensato è che abbia lasciato le bimbe in Corsica da qualche conoscente visto che ha lasciato nel testamento degli averi proprio alle bambine?
    Una vostra fedelissima telespettatrice complimenti per il vostro ottimo lavoro.
    Un calorosissimo abbraccio alla mamma Irina
    valentina

  30. vale il 11 feb 2011 alle 05.05
  31. Spero con tutto il cuore le bimbe verranno trovate. A questo punto potrebbero essere all’estero, magari in Canada, dato che Mathhias era di origine canadese. Per favore cercate fra le frontiere canadesi. Grazie

  32. Nan il 11 feb 2011 alle 10.10
  33. prego che questi angeli tornino a casa da tutta cosenza un abbraccio a mamma irina

  34. katia il 12 feb 2011 alle 06.06
  35. visto che il padre ha preso con se copia dei passaporti delle bambine, sono stati controllate le liste dei voli di quei giorni?
    magari abbinate proprio al nome di Katia Iritano?

  36. paola il 17 feb 2011 alle 02.02
  37. Buona sera,

    secondo me il fatto che il papà delle bambine non abbia preso i sedili delle bimbe durante il suo viaggio in Francia e Corsica e che i cani non abbiamo riscontrato l’odore di cadaveri nell’auto del padre è un’indicazione del fatto che le bambine non hanno mai lasciato la Svizzera e che queste siano state affidate vive ad un complice. Inoltre è stato analizzato il contenuto dei due bicchieri trovati nell’appartamento del padre?

    Emanuele

  38. Emanuele il 17 feb 2011 alle 10.10
  39. Mi chiedo: un padre che ama tanto le sue figlie come piu volte ripetuto non si sarebbe ammazzato e ritrovato morto a fianco a loro?.
    Secondo me voleva far credere questo ma le ha affidato a qualcuno.
    Ma questo vuol dire che ha uno o piu complici di cui però lui si fidava a tal pundo da dare le proprie figlie.
    o almento questo è quello che spero.

  40. monica il 25 feb 2011 alle 06.06
  41. Piango e prego ogni giorno pensando a questi due tesori. Riportatele alla mamma o non lasciate che la vita di questa povera donna si riduca a cercare dei corpicini.
    Non è giusto quello che sta passando Irina.

  42. luisa il 01 mar 2011 alle 07.07
  43. Ho già scritto una volta, e continuo a pensare a questo mistero delle gemelline scomparse .Avendo seguito il caso sui giornali e su Chi l’ha visto, mi sembra di notare un cambiamento nelle azioni del padre da un certo punto in poi. E’ come se avesse avuto un piano, ben organizzato, che a un certo punto, per qualche intoppo, non ha potuto portare a termine come aveva programmato.Ho come la sensazione che lui dovesse fare qualcosa o incontrare qualcuno in Corsica: infatti ha prelevato dei soldi subito prima di imbarcarsi.Poi in Corsica potrebbe essere successo qualcosa che non gli ha consentito di completare il suo piano. Spero tanto che le gemelline siano vive.
    Giovanna

  44. Giovanna il 12 mar 2011 alle 11.11
  45. buon giorno!
    questo brutto evento è da me particolarmente sentito in quanto anche io sono madre di due gemelle della stessa età di Alessia e Livia. Posso pertanto immaginare cosa possa provare una madre che ha cresciuto e nutrito dentro di sè ben 2 tenerissime creature e adesso le sono state strappate in un modo così assurdo!
    Non dò consigli nè pareri perchè penso che già Irina in prima persona si stia muovendo spremendo tutte le sue forze e le sue idee per ritrovare le sue bambine, ed abbia vicino a se persone idonee che attivamente la stanno aiutando.
    Anche io credo e spero vivamente che le bimbe siano vive. MS così preciso e costante ha pianificato tutto nei minimi dettagli ma il rebus prima o poi verrà risolto. Mi sorge solo qualche dubbio sulla passività dei parenti di MS. Ma noi, popolo web, sappiamo ben poco ed è giusto così per non far trapelare notizie che poi potrebbero essere distorte dal solito “terrorismo mediatico.”
    Non dimentichiamo Alessia e Livia ma non ostacoliamo le ricerche con inutili supposizioni.
    W i volontari, grandi portatori di umanità!
    Forza Irina, siamo tutti con te!
    Un forte abbraccio

  46. carla il 15 mar 2011 alle 01.01
  47. sono state fatte ricerche nell’ultimo luogo di vacanza del padre con le gemelline alle Antille? E se le avesse affidate a qualcuno?

  48. GLORIA il 31 mar 2011 alle 06.06

Scrivi un commento