CLV

Ricerca
Avanzata

Bimbo prelevato a Padova: Intervengono Schifani e Fini. Il Capo della Polizia dispone un’inchiesta

Renato Schifani ha chiesto chiarimenti al Capo della Polizia Manganelli sull’episodio di Padova. “Le immagini proiettate ieri sera a “Chi l’ha visto?” hanno creato indignazione e sgomento in tutti noi italiani. Comportamenti come quello al quale abbiamo assistito meritano chiarimenti ed eventuali provvedimenti”. Manganelli ha immediatamente disposto un’inchiesta interna sulla vicenda. Il Presidente della Camera Gianfranco Fini, che ha avuto un colloquio telefonico con il questore di Padova, ha chiesto al Governo di riferire quanto prima in considerazione delle richieste di informativa e delle interrogazioni parlamentari presentate in merito da deputati di vari gruppi.

Comments

comments

11 ott 2012 alle 06.06 "Chi l'ha visto?"

4 Commenti su Bimbo prelevato a Padova: Intervengono Schifani e Fini. Il Capo della Polizia dispone un’inchiesta

  1. ho pianto quando ho visto queste immagini……mi sono tuffata direttamente nel mio passato e tutte le sensazioni sono tornate a galla, limpide, chiare anche dopo 27 anni. 27 anni fa io e mia sorella avevamo 9 anni e siamo state prelevate esattamente allo stesso modo ed è una ferita che non andrà mai via. Qualcosa deve cambiare perchè non è giusto che nelle guerre dei grandi ci vadano di mezzo i bambini che non c’entrano nulla. I bambini desiderano stare con chi amano e chi li ama e questa non è dimostrazione di amore da parte degli adulti. Voglio fare un appello ai parenti di questo povero bambino che purtroppo sarà l’unico a pagarne le conseguenze, vi supplico lasciate stare le battaglie legali, i rancori, l’odio….. tutto questo appartiene a voi adulti lui non c’entra nulla.

  2. Monica il 11 ott 2012 alle 07.07
  3. Comportamento indegno e disgustoso,violenza e arroganza inaudita e intollerabile da parte di appartenenti alle istituzioni.”Io sono un ispettore di polizia e lei non e’ nessuno” e’ una frase che solo chi non e’ davvero “nessuno” puo’ pronunciare,dimenticando di essere al SERVIZIO dei cittadini che con le loro tasse pagano anche il suo stipendio.

  4. Italo Canazza il 11 ott 2012 alle 08.08
  5. Un caso che pur nelle differenze ricalca quello di Trigoria. Lo Stato che si fa garante del benessere dei più “deboli” (per ragioni anagrafiche, di salute, economiche)e lo fa per diritto, troppo spesso finisce per contraddire se non palesemente violre i Diritti elementari della persona. Senza entrare nel merito del caso specifico, che presuppone un background a noi sconosciuto e sicuramente complesso. E’ positiva la reazione a livello politico, ma anche in questo caso occorre dire che il comportamento tenuto dalle forze dell’ordine in caso di “prelievo” di minori affidati a strutture non è qui un caso isolato. A proposito del caso di Trigoria : la vicenda di un minore ha sempre un impatto emotivo maggiore; ma “dall’alto” qualcuno è intervenuto a spiegare e riflettere sulla violenza che adulti e persino giovanissimi subiscono in caso di TSO? Troppo scomodo ancora, forse, parlare di “matti”, problemi psichiatrici e gestione degli stessi?

  6. Martina il 11 ott 2012 alle 10.10
  7. Spero che continuerete a seguire la vicenda del bambino portato via alla madre , vorrei sapere come sta da una fonte sicura e non dai responsabili della vicenda che dicono che e’ sereno. Avete fatto un buon lavoro giornalistico mostrando una verità che deve essere vista. Continuate così, grazie

  8. Gemma il 17 ott 2012 alle 06.06

Scrivi un commento