CLV

Ricerca
Avanzata

Emanuela Orlandi: Una lettera anonima con misteriosi riferimenti

Qualche giorno prima di Pasqua una busta da lettera anonima è stata inviata a una delle compagne del corso musicale frequentato da Emanuela Orlandi. All’interno, una bustina contenente dei capelli e un pezzo di merletto, ritagli di giornale in tedesco, pezzi di pellicola fotografica accompagnavano un foglio con un messaggio scritto a mano in caratteri stilizzati: “NON CANTINO LE DUE BELLE MORE PER NON APPARIRE COME LA BARONESSA E COME IL VENTUNO DI GENNAIO MARTIRIO DI S. AGNESE CON BIONDI CAPELLI NELLA VIGNA DEL SIGNORE“. Sul lato destro, in verticale, due numeri: “193” e “103”.

Uno dei ritagli di quotidiano riporta la foto del giuramento di una guardia svizzera sopra una didascalia in tedesco la cui traduzione è: “Durante il giuramento ogni recluta si posiziona davanti alla bandiera della Guardia e promette di servire fedelmente, lealmente e onorevolmente il Pontefice e i suoi legittimi successori”. Accanto alla foto c’è scritto a penna” 4 – FIUME”. Un altro ritaglio è di un box di una prima pagina intitolato “GIURAMENTO DELLE NUOVE GUARDIE SVIZZERE”, raffigurate in una foto, con il rimando all’articolo completo all’interno del giornale. A margine, le scritte a mano “SILENTIUM” e “V. FRATTINA 103”. Sul retro un’altra scritta: “MUSICO 26/OTT/1808 – 5/3/1913 – 2013”.

Nella bustina di plastica trasparente c’erano dei capelli, un fiore colorato di merletto, frammenti di un materiale che potrebbe essere terriccio e un brandello di tessuto scuro.

Allegati alla lettera anche tre negativi fotografici. Due di difficile lettura e uno ritrae un teschio umano con la scritta, parzialmente leggibile: “ELEONORA DE BON[illeggibile] MORTA IN CAMPAGNA LI’ 23 AGOSTO [illeggibile]”.

  
  
  
   




Roma, 17/40/2013 – Anche la sorella di Mirella Gregori ha ricevuto una lettera anonima con lo stesso testo (“Non cantino le due belle more…”) e allegati di quella arrivata a una compagna del corso di musica di Emanuela Orlandi. Dal racconto di Antonietta Gregori, che ha già consegnato agli inquirenti il plico e il suo contenuto, emergono alcune piccole differenze. Come l’appunto a margine di un articolo, che nella prima lettera era “4 – Fiume” mentre nell’altra è “V. – Fiume”.



Il video nella puntata del 24 aprile:

Comments

comments

11 apr 2013 alle 05.05 Emanuela Orlandi e Mirella Gregori

109 Commenti su Emanuela Orlandi: Una lettera anonima con misteriosi riferimenti

  1. Buonasera sono una vostra telespettatrice vi scrivo perchè quando avete fatto vedere la lettera scritta a mano mandata ad un’amica di Manuela Orlandi ho notato che i caratteri scritti di fianco alla lettera sembrano i numeri 193 e 103 già scritti a mano nei ritagli di giornali che erano nella stessa busta forse sono numeri civici non so spero di non avervi fatto perdere tempo.

    Grazie per il lavoro straordinario che fate.

    Buon Lavoro.

  2. Deira il 11 apr 2013 alle 05.05
  3. Buona sera,
    guardando il filmato riguardante la lettera recapitata alla compagna di corso di Emanuela Orlandi, nel secondo negativo mostrato ho visto un pesce. Disegni di questo tipo si trovano nelle catacombe, il pesce disegnato in quel modo era il simbolo del cristianesimo. Spero di essere stata utile e di non aver preso un abbaglio
    Buona sera
    Grazia

  4. Grazia il 11 apr 2013 alle 05.05
  5. buonasera, sicuramente non c’entra nulla, ma la scrittura sulla lettera anonima mi ha ricordato le rune celtiche

  6. nadia il 11 apr 2013 alle 05.05
  7. Buona sera,

    prima ho cercato di telefonarvi, ma non ci sono riuscita perché sempre occupato.

    Nella busta che avete aperto (quella arrivata ad una compagna di corso di Emanuela Orlandi) quando avete fatto vedere la lettera e i caratteri misteriosi che ci sono nel lato destro in fondo, quasi per caso ho piegato la testa verso la mia sinistra. Sono dei numeri, a mio avviso.

    Ho notato che anche nelle altre immagini i numeri e le scritte per leggerli bisogna ruotare il foglio di 90°.

    Buona serata e buon lavoro,

    Laura

  8. Laura il 11 apr 2013 alle 05.05
  9. SECONDO ME I DUE SIMBOLI A LATO DELLA LETTERA SONO IN REALTA’ DUE NUMERI 193 E 103

  10. eva colaci il 11 apr 2013 alle 05.05
  11. In relazione alla lettera anonima inviata alla compagna di corso di Emanuela mi sembra aver notato che quelle sigle a lato della pagina siano due numeri 193e103 scritti lateralmente dal basso verso l’alto con i due tre finali in un riquadro e non come e’ stato detto due simboli. Purtroppo non ne conosco il significato!

    Francesca

  12. Francesca il 11 apr 2013 alle 05.05
  13. guardando la trasmissione ho sentito che nella lettera ricevuta nel caso di
    emanuela orlandi si parla del martirio di sant’agnese leggendo la storia fu
    messa in castita x aver rifiutato un uomo poi fu uccisa e sepolta nelle
    catacombe. puo essere che li si trovi anche emanuela?

  14. elvis il 11 apr 2013 alle 05.05
  15. Salve,
    in merito al plico inviato a una delle compagne di corso di Emanuela Orlandi,
    volevo sottolineare che i due “simboli” sul foglio del messaggio sono due numeri
    193 e 103, con cerchiati i numeri 3.
    Spero sia utile

    Valentina

  16. Valentina il 11 apr 2013 alle 05.05
  17. Guardando la lettera ho pensato a
    4 fiume come alla fontana dei 4 fiumi in piazza Navona dove tra l’altro sAgnese e’ stata esposta .
    magari non è così ma qua vogliamo tutti la verità .
    Un abbraccio alla famiglia e grazie per quello che fate
    Veronica

  18. Vero il 11 apr 2013 alle 05.05
  19. Presumo che ci abbiano pensato anche le Forze dell’ordine, cmq facendo ricerche in rete ho trovato che il 26 ottobre 1808 è la data della prima rappresentazione di “Aline, Königin von Golconde” (“Alina, regina di Golconda”), opera in 3 atti del musicista Henri-Montan BERTON.

    Quindi “musico” o “musicò” 26 ottobre 1808 potrebbe riferirsi a tale BERTON e alla storia dell’opera: protagoniste della trama Alina e Fiorina, due amiche rapite dai pirati e condotte nel regno di Golconda.

    Golconda, esistita realmente, fu la capitale di un antico sultanato indiano celebre in tutto il mondo per la ricchezza dei suoi giacimenti di diamanti, che venivano estratti nel sud-est del regno e poi lavorati dentro la città. Inoltre la città stessa divenne con il tempo uno dei principali mercati diamantiferi mondiali, dove venivano lavorate e commerciate gemme provenienti da altre regioni, tanto che per secoli il nome di Golconda divenne per gli Europei sinonimo di incredibile ricchezza.

    I riferimenti a S. Agnese farebbero anche pensare a S.Agnese fuori le mura, sulla via Nomentana, che è la stessa strada dell’abitazione della Gregori: occorrerebbe verificare l’eventuale presenza di una tomba di una baronessa “Eleonora De Ber…” morta nel 1854 in “Campagna” ovvero in Campania, chè se fosse semplicemente in “campagna” non avrebbero né citato la cosa né messo la C maiuscola. Andrebbe anche verificata la storia di quella baronessa o donna il cui teschio è raffigurato nel negativo.

    Magari sono solo coincidenze, però le trovo strane.

    AS

  20. Alexander Selkirk il 11 apr 2013 alle 06.06
  21. Nella lettera sono nascosti numeri runici

  22. Deborah il 11 apr 2013 alle 06.06
  23. Sembra che chi ha mandato questa lettera si sia ispirato al “Codice da Vinci” tutto debba essere interpretato come in un giallo di Agata Christie se veramente tramite il DNA si trovino i collegamenti
    con le ragazze scomparse solo allora si potrà dire fatti avanti veramente se è un farlocco sicuramente sta leggendo i nostri commenti per aggiustare il tiro ogni volta spero venga individuato
    per la Pace dell’Anima di Queste Povere Vittime

  24. Lilli Ascoli il 11 apr 2013 alle 06.06
  25. Innanzitutto premetto che ieri sera non ho dormito per cercare di capire che significato avessero tutti i pezzi… e anche io come altri avevo notato che i simboli della lettera mi apparivano più come forma numerica che altro….Sarebbe da capire perché poi sono stati cerchiati i numeri 3. Inoltre a mio giudizio chi scrive è una mano non abituata a farlo, almeno con questa Calligrafia… a questa persona sembra esser stato difficile farlo anche se in modo stampato ( mi chiede se lo abbia fatto un un bambino di prima elementare o un qualcuno abituato a scrivere nella lingua araba abituato a scrivere diversamente )Per l’indizio MUSICO invece non penso che ci sia scritto 26 Ott ma 26/11 anche perchè non specifica altrove il mese in lettere ma sempre in numeri…e su questo spero di trovare qualcosa…. speriamo bene….

  26. Giuseppina il 11 apr 2013 alle 06.06
  27. A me i simboli a lato della lettera sembrano dei geroglifici stilizzati, la stanghetta vuol dire “bastone” o “parola” (medu in antico egizio) mentre la bandierina vuol dire “Dio” (necer in antico egizio), ossia “parola di Dio” (medu necer). Il terzo simbolo un rettangolo con due piramidi stilizzate o delle montagne all’interno non riesco a decifrarlo… spero di essere stato di aiuto… Giuseppe

  28. Giuseppe il 11 apr 2013 alle 06.06
  29. Partiamo dal flauto che pare essere quello di Emanuela. Quindi l’amerikano dell’est, quello della famosa telefonata con l’inglese approssimativo non si riferiva ad Emanuela, ma molto probabilmente a Mirella. Se Emanuela fosse stata rapita da costoro il suo flauto certamente non lo avrebbero fatto ritrovare a Roma e dopo 30 anni (chissà che fine avrebbe fatto?) A parte che di preciso non si sa il luogo del ritrovamento, comunque è qualcuno che conosce Roma e visto che poi è stato recapitato a voi di Chi l’ha visto?, figuriamoci se i servizi bulgari conoscono questa trasmissione, ragione per cui è più probabile che il rapimento e morte di Emanuela sia dovuto ad un sequestro per estorsione nei riguardi del Vaticano, per la questione dello Ior perciò da elementi della banda della Magliana. A proposito vale la pena di ricordare a questo punto che ci sono due americani, uno di Roma è uno straniero. Il materiale che è stato recapitato alla vs. trasmissione è la conferma che dietro c’è gente di casa ns. e non stranieri. Poi il giornale che avvolge il flauto, è incartato si, ai tempi della data però tenuto da qualcuno e quasi sicuramente in casa per custodirlo. Non sembra affatto carta che abbia visto le intemperie. Il giornale scritto in tedesco potrebbe essere un depistaggio. E’ inutile cercare colpe dentro il Vaticano fantomatici dossier che riguardano Emanuela. sono tutte fantasie.

  30. caterina il 11 apr 2013 alle 06.06
  31. Salve la prima foto mostrata in trasmissione (quella con le guardie svizzere per intenderci) mostra Cedric Tornay, protagonista del fatto di sangue del ’98, in cui morirono tre oersone – lui, il suo comandante e sua moglie

  32. Luigi il 11 apr 2013 alle 06.06
  33. Il 5 marzo 1913 è la data di morte di Luigi Hugues, geografo e musicista (“musico”)

  34. Franco il 11 apr 2013 alle 07.07
  35. Bè, se la guardia svizzera raffigurata nella foto del ritaglio di giornale è Tornay, allora il mio richiamo a Alois Estermann ha sesnso…

  36. Alexander Selkirk il 11 apr 2013 alle 07.07
  37. “silentium” è un film austriaco del 2004: un uomo che ha accusato un vescovo cattolico di aver busato di lui quando era un ragazzino muore nella citta austriaca di salisburgo. tutti tranne la vedova e l’eccentrico detective simon benner rimangono in silenzio e credono che l’uomo si sia ucciso da solo.

  38. bill il 11 apr 2013 alle 07.07
  39. Non vorrei farvi perdere tempo

    ma guardando il materiale giunto nella lettera anonima

    volevo soffermarmi sulla macabra foto del teschio con inciso sopra il nome di Eleonora de B… ( non riesco a leggere bene ) ma quello che invece mi colpisce è la seguente scritta : morta in campagna e la data 23 agosto e l’anno non lo leggo

    ora io ho molto materiale sul caso Orlandi e mi sono ritrovato in mano un articolo di Liberazione che in data 30 Agosto 2001 parlava del ritrovamento di un teschio nella chiesa di san Gregorio VII a Roma a cui sembra non essere mai seguito nessun riconoscimento ma che per parecchi giorni fu associato al possibile resto di Emanuela
    il teschio fu ritrovato secondo l’articolo il 13 maggio ma la notizia trapelò negli articoli di stampa Nazionale solo nel mese d’Agosto

    magari chi ha scritto questa lettera voleva dare un nome a quel ritrovamento

  40. baglions il 11 apr 2013 alle 07.07
  41. Sinceramente non so cosa pensare.. questa storia ha attirato parecchi mistificatori, e questo plico (così come quello del flauto), potrebbe far parte della serie… non sarà difficile per gli inquirenti fare analisi su capelli e frammenti vari. Anche su flauto e giornali. Da lì si potrà partire con una base certa per indagare sul significato delle varie parti del messaggio.

  42. Cristina il 11 apr 2013 alle 08.08
  43. Il secondo negativo sembra un piede o forse una mano

  44. Jym il 11 apr 2013 alle 09.09
  45. Io penso che qualche indizio potrebbe venire dalla lettura dell’agiografia di Sant’Agnese.

  46. Michela il 11 apr 2013 alle 09.09
  47. Se non mi sbaglio, al 103 di Via Frattina è il punto vendita “Chopin Roma”. Sarò l’ennesima persona che nell’indizio ha letto:
    CHOPIN-POLONIA-WOJTYLA…
    Mi auguro che tutti i suggerimenti che pervengono a Voi e agli inquirenti siano di qualche aiuto, anziché sollecitare uno sterile
    e morboso interesse, solamente dannoso ai fini delle indagini…

  48. Luca Rizzardi il 11 apr 2013 alle 09.09
  49. Le date cadono di mercoledì

  50. Deborah il 11 apr 2013 alle 10.10
  51. Guardando i numeri presenti al lato del foglio 103 e 193 con il 3 cerchiato mi è subito venuto in mente che il numero 3 potrebbe rappresentare la Chiesa visto che è continuamente presente(la Trinità), inoltre potrebbero indicare due posizioni nelle catacombe o nella chiesa stessa.

  52. francesca il 11 apr 2013 alle 10.10
  53. “NON CANTINO LE DUE BELLE MORE PER NON APPARIRE COME LA BARONESSA E COME IL VENTUNO DI GENNAIO MARTIRIO DI S. AGNESE CON BIONDI CAPELLI NELLA VIGNA DEL SIGNORE” un messaggio abbastanza inquietante ma che ha una direzione abbastanza precisa secondo me,cioè che le due belle more,inteso come le due belle ragazze (riferito a emanuela e mirella) sarebbero andate incontro allo stesso crudele destino di s.agnese,morta dodicenne per essersi negata da chi la voleva…

  54. giacomo il 11 apr 2013 alle 11.11
  55. Guardando la lettera, la grafia utilizzata ricorda lo stampatello tedesco. Probabilmente lo scrivente e’o simula di essere di lingua tedesca. Il materiale della busta sembra ricordare materiale proveniente da una esumazione.il merletto pero’ mi sembra di produzione industriale e realizzato con tessuti sintetici, quindi non appartenente ad una sepoltura particolarmente vecchia. Il testo potrebbe essere un messaggio di morte indirizzato a due donne che forse sanno qualche cosa e fino ad oggi non hanno parlato. Se parleranno saranno (morte?) come la baronessa(Eleonora?) e delle lingue lunghe, visto che il 21 gennaio all’ Acquila c’e’ la sagra delle lingue lunghe?

  56. Francesca il 11 apr 2013 alle 11.11
  57. Secondo me qualcuno si diverte in maniera crudele e inumana. Se dopo trenta anni, una persona avesse voluto finalmente raccontare come sono andate veramente le cose non avrebbe scritto una assurda lettera senza senso accompagnata da ridicoli allegati. A questo punto che senso avrebbe giocare agli indovinelli? Questa persona (o persone) si diverte un mondo a vedere le trasmissioni televisive.

  58. Monica Giant il 12 apr 2013 alle 12.12
  59. Salve a tutti,
    le scritte presenti sui fogli di giornale sembrano essere fatte da un destrorso che però utilizza la mano sinistra per scrivere.

    Non so se puo’ essere utile capire la provenienza della pellicola dei negativi attraverso la tipologia del materiale; potrebbe essere utilizzata solo in certi paesi del mondo, o magari si può datare.

    Grazie.

  60. Evelina il 12 apr 2013 alle 08.08
  61. Parto da una riflessione, importante. Se conosco la verità delle cose perchè usare un linguaggio “altamente criptico” per svelarla? Non sarebbe stato più semplice insieme al flauto e ad altri reperti lasciare un messaggio con “la soluzione del giallo” e le relative prove a supporto? E dove cercarle. Perchè usare invece un linguaggio che sembra figlio del “Codice Da Vinci”? Sa tanto di “bufala” questa storia della lettera e del flauto o forse meglio del solito “depistaggio” che negli anni non si dimentica mai di farsi vivo in concidenze temporali particolari, come adesso con l’elezione del nuovo pontefice. Mah…..

  62. Antonio il 12 apr 2013 alle 09.09
  63. Leggendo il messaggio, sembra evidente il riferimento alla povera Emanuela e alla povera Mirella (“le due belle more”). Il riferimento al martirio di Sant’Agnese farebbe pensare ad un scandalo sessuale all’interno delle mura vaticane (“la vigna del Signore”).
    Se così fosse l’anonimo sembrerebbe indicare il movente della sparizione delle due giovani e non un’intimazione. Mi pare che si già parlato di una “pista sessuale” per il caso delle sparizioni, anche se ormai sembra prevalere quella riconducibile alla banda della Magliana. Non saprei, potrebbe trattarsi di un depistaggio.

  64. Danilo il 12 apr 2013 alle 09.09
  65. Buon pomeriggio, nell’ultimo negativo pubblicato sul sito, ho visto il disegno di un pesce. E’ il simbolo del Criatianesimo, probabilmente la foto è stata scattata all’interno di una catacomba.
    Spero di essere stata utile.

  66. Grazia il 12 apr 2013 alle 03.03
  67. Salve a tutti, e grazie per il lavoro che svolgete.
    Mi è venuta in mente un’interpretazione riguardo la lettera, in particolare i numeri scritti di lato: 103 e 193. Visto che il 3 è messo, in qualche modo, in evidenza, non potrebbe essere l’indicatore di una posizione, magari di loculi, del tipo “fila 10, loculo 3″ e “fila 19, loculo 3″ o qualcosa del genere..?
    Magari non c’entra nulla, speriamo comunque che nel plico inviato ci sia del materiale attendibile.
    Grazie.

  68. Monica il 12 apr 2013 alle 05.05
  69. Io ho visto che è stato cerchiato il numero 3 e penso che abbia a che fare sicuramente con la Chiesa ! Perchè 3 credo che sia uno dei numeri più importanti infatti rappresenta la trinità:Padre,Figlio e Spirito Santo

  70. Karen il 12 apr 2013 alle 05.05
  71. “nella vigna del Signore”, così si è presentato papa Ratzinger al momento dell’elezione: “sono un umile servo nella vigna del Signore”

  72. nina il 12 apr 2013 alle 06.06
  73. Anche per il numero 3 ci potrebbe essere un riferimento alle guardie svizzere come dicevo nei commenti precedenti. Una delle pagine incluse nella lettera mostra il giuramento di una guardia svizzera che avviene con la mano alzata e le tre dita esposte. Queste guardie infatti giurano sulla Santissima Trinita’.

    Detto cio’, sono d’accordo con chi si chiede: ma perche’ tanta segretezza e mistero? non sarebbe piu’ semplice mandare una versione chiara alla polizia e lasciare che se ne occupino loro? Di nuovo, spero non si tratti di depistaggio o bufala.

    Buona giornata

  74. Nikkolo il 12 apr 2013 alle 07.07
  75. Ho letto la storia di S.Agnese e mi sembra interessante perché si tratta della vicenda di una giovinetta adocchiata dal figlio di un nobile romano mentre usciva da scuola e che difese la sua verginità sino al martirio. Il ” non cantino ” potrebbe essere letto in modo letterale: non parlano perché uccise le due ragazze “belle more” per non aver ceduto a qualcuno che sta “nella vigna del signore ” ovvero il Vaticano . Le pagine ritagliate che mostrano le guardie svizzere potrebbero rappresentare un indizio preciso accompagnato dall’impegno al “silentium” e alla fedeltà. Restiamo in attesa dei riscontri sul flauto e su quanto presente nel sacchettino e quest’ultimo a prima vista potrebbe anche contenere reperti “macabri”. Infine le due sigle a margine ( rombo e rettangolo ) assomigliano agli indicatori dei sentieri di montagna .

  76. Piero il 12 apr 2013 alle 08.08
  77. In una delle immagini si parla di una persona morta a Campagna nel 18.. Vi segnalo che Campagna è una piccola città in provincia di Salerno famosa per i culti esoterici, sopravvivono riti antichissimi, fattucchiere, sensitivi, santoni, esorcisti. Il groviglio di capelli, merletti e immagini ricorda molto uno degli artifici delle fattucchiere per compiere malefici.

  78. Anna il 12 apr 2013 alle 09.09
  79. Il messaggio si riferisce a katy skerl ritrovata morta in una VIGNA a grottaferrata il 21 GENNAIO del 84 (il 21 gennaio è snt Agnese) e alla baronessa di ROTHSCHILD . Sono due gialli irrisolti misteriosi strattati anche in questa trasmissione qualche tempo fa.

  80. Emiliano il 12 apr 2013 alle 11.11
  81. Ma e stato prelevato il DNA dal ciuffo di capelli mandati? Corrispondono a quel DNA di Emanuela Orlandi? O e semplicemente una beffa da uno che non ha la coscienza al posto giusto?
    Salvatore da MALTA

  82. Salvatore Sammut il 12 apr 2013 alle 11.11
  83. Secondo me nel primo negativo si vede una scala in pietra. La foto è scattata da dentro e inquadra sulla destra la scala che sale verso l’esterno.
    Fa pensare a una cripta o alle catacombe.

  84. Monica il 13 apr 2013 alle 12.12
  85. Salve,
    trovo molto inquietante il contenuto della busta, ho notato che la lettera emme è scritta come un 3 alla rovescia…riguardo alle due more che non devono cantare secondo me sono due donne che sanno qualcosa ma non devono parlare, riguardo alla baronessa penso che sia un soprannome di una donna, magari qualche signora veniva soprannominata cosi pur non essendo baronessa… Fa riflettere il fatto che i ritagli di giornale siano tutti in lingua tedesca…Riguardo alle guardie svizzere non so che dire… magari qualcuna di loro sa qualcosa….

  86. Silvia il 13 apr 2013 alle 01.01
  87. Scorgendo il primo negativo con sfondo turchese, pare di vedere una ragazza sdraiaita sul letto e un uomo che le bacia il collo.

    Buon lavoro

  88. Alberto il 13 apr 2013 alle 01.01
  89. è importante che si guardino i negativi con la tecnica con cui si guardano i quadri in 3d o i quadri frattali. se perdete lo sguardo ne vedrete delle belle. la prima è un quadro, sembra una specie di concerto campestre. c’è un tipo con una specie di baschetto sulla sinistra che suona la chitarra, una figura come appoggiata su una ruota al centro. l’altro e’ ancora piu’esplicito. vi prego guardate e’ sotto gli occhi di tutti e nn lo vede nessuno.

  90. giancarlo il 13 apr 2013 alle 04.04
  91. bisogna individuare quel quadro e capire dov’è, a mio avviso.

  92. giancarlo il 13 apr 2013 alle 04.04
  93. Se non si tratta di mitomani, chiunque può farvi pervenire materiale che ha attinenze con uno dei casi trattati dalla trasmissione per sperare di OTTENERE CHE LA STESSA NE PARLI IN DIRETTA, ma se lo fa con criterio ci riesce, e comunica concetti tramite il vostro programma, a chi non gli era facile raggiungere. Intendo dire che “non cantino…” sembra essere collegabile al caso Orlandi, ma è criptico, comprensibile quindi solo a chi sa la chiave di lettura, e potrebbe riguardare altre vicende. Chi veramente è informato di qualcosa, lo comunica direttamente alle autorità preposte alle indagini, anche in forma anonima.

  94. mirco il 13 apr 2013 alle 04.04
  95. scusate ancora; il tizio con baschetto in alto a sinistra si sistema le maniche della maglia, si vede anche l’orologio, un puntino bianco.spero che tutto questo sia utile per la verità.

  96. giancarlo il 13 apr 2013 alle 05.05
  97. secondo me non c’entra ilmartirio di S. Agnese. se c’entrasse non l’avrebbe detto!secondo me 21 gennaio ha a che fare con quella data.21 gennaio è una ricorrenza particolare?

  98. gabriella il 13 apr 2013 alle 03.03
  99. la fotografia del cranio secondo me e’ un negativo di una fotografia ad un cranio con importante riassorbimento osseo quindi penso sia di uno scheletro di tanto tempo fa.il dna all’interno del flauto e’ da fare immediatamente.complimenti per la vostra trasmissione.

  100. lalli rx il 13 apr 2013 alle 04.04
  101. per me questi indizi possono portare al ritrovamento del cadavere di emanuela. Seguo questa vicenda da sempre e spero che i famigliari riescono a trovare la verità,Buon lavoro

  102. laura il 13 apr 2013 alle 06.06
  103. mi sembra assolutamente una bufala

  104. winston il 13 apr 2013 alle 06.06
  105. La grafia mi sembra quella tipica di chi prova a scrivere con la sinistra pur essendo drestrorso. Magari chi ha inviato l’anonimo sa che se avesse scritto con la destra sarebbe stato riconosciuto.

  106. maria il 13 apr 2013 alle 08.08
  107. il martirio di sant’agnese…potrebbe essere importante!!!
    su wikipedia si parla di un prefetto di roma che si era invaghito di Agnese senza essere ricambiato, avendo la giovane fatto voto di castità a Gesù. Dopo il rifiuto della ragazzina, il padre del giovane, saputo del voto di castità, le impose la clausura….insomma c’è da leggere tutta la storia per non trascriverla…la cosa importante che il suo corpo fu sepolto nelle catacombe oggi conosciute con il suo nome (agnese)….

  108. alessia il 13 apr 2013 alle 09.09
  109. Ho dato un occhio ai tre negativi usando photoshop, dei due di più difficile interpretazione il primo risulta essere troppo piccolo e l’immagine ad una risoluzione troppo bassa per riuscire a vedere qualcosa bene, del terzo, che sempra essere un medioformato, sono riuscito a far “emergere” delle figure, che con tutti i dubbi del caso, potrebbero essere riconducibili all’iconografia mortuaria. Chiara sembra essere la raffigurazione di un teschio o forse più propriamente di una testa demoniaca al centro dell’immagine.

  110. Filippo il 13 apr 2013 alle 09.09
  111. b. sera
    secondo me il num civico di via frattina potrebbe essere inteso come num 10 interno 3 oppure num 10 e il 3 potrebbe riferirsi a tre persone coinvolte…altrimenti non capisco il puntino in alto prima del 3…potrebbe essere un’interpretazione diversa…buon lavoro…

  112. caterina il 13 apr 2013 alle 09.09
  113. Ho preso la foto del negativo, roteando di 180 l’immagine e eseguendo diversi filtri sembrano delle lettere grattate su di un muro.
    Sperdo di essere stato utile.

  114. Ezio il 14 apr 2013 alle 06.06
  115. I due fotogrammi (quello parziale del nono riquadro, e quello intero del decimo riquadro) dovrebbero essere due negativi a colori (soprattutto il decimo). Con un semplice programmino di grafica, anche con i vostri pc, gli originali potrebbero essere convertiti in positivo, forse ci si potrebbe vedere qualcosa di più definito. Lo stesso si potrebbe fare anche con il negativo del teschio, anche se l’oggetto è già ben chiaro forse si potrebbe capire meglio se è un teschio autentico oppure di fatto di altro materiale. Eventualmente potreste poi pubblicare anche i positivi. Grazie, buon lavoro a tutti!

  116. stefano SL il 15 apr 2013 alle 02.02
  117. Probabilmente questa informazione sarà inutile o forse no; nella prima frase compaiono due numeri il 4 e il 6: il primo viene fuori dall’incrocio della t con la n mentre il secondo nonostante a prima occhiata sembri una b è molto diversa dalle altre ed è più un 6; poi le due t che ci sono nella 4° e nella 5° frase sono più simili a dei + che a delle lettere, io ritengo che bisogna fare un’addizione tra il 193 (che va letto 391 visto che il 3 è evidenziato), il 103 (che va letto 301 per analogia) e il 46 (che va letto 64 per analogia). La somma di questi due numeri da 756 che è l’anno di fondazione di Messina: ma Emanuela è scomparsa a Roma e non a Messina, quindi direi che indica una via all’interno di Roma e non la città. Quindi abbiamo Via Messina ma ci manca il numero; che è 105 poiché se nel 193 sostituiamo il 3 con il 5 (media di 4 e 6 scritti ad una distanza di lettere pari) otteniamo 195 e la somma di queste tre cifre è 15 (l’età che aveva Emanuela quando è scomparsa) se invece sostituiamo a 103 il 3 con il 5 viene fuori un numero civico e andando a cercare sulle mappe, esiste effettivamente una via messina 105 all’interno di Roma

  118. Riccardo il 15 apr 2013 alle 03.03
  119. Posso comprendere, quanto sia indispensabile per i familiari ritrovare qualunque cosa che possa testimoniare la fine di Emanuela Orlandi. Ma credetemi, la miglior cosa da fare, di fronte a certe lettere con contenuti del genere, è quella di consegnare tutto ad un sacerdote, farla benedire, e poi, pregando, bruciare tutto. La verità è sempre qualcosa di più pulito, che viene dal Cielo, e che non ci allontana mai dal nostro affidamento a Dio, per ottenerla. Quello che vedo, in tutta questa faccenda, è un demonio che riesce sempre a farsi beffa di voi. Non vedo altro.

  120. paola il 15 apr 2013 alle 07.07
  121. Osservando meglio il “3” nel rettangolo dei due numeri 193 e 103 si capisce che si tratta del simbolo della metropolitana

  122. Paolo il 15 apr 2013 alle 09.09
  123. MUSICO può essere legato a Franco Vigorito (Vigor Music)?

    Avete provato a includere le pellicole su un porta diapositive e vederle ingrandite come si faceva una volta quando si proiettavano foto o immagini ai congressi?

  124. vincenzo il 16 apr 2013 alle 10.10
  125. Guardando bene il negativo del teschio: non sembrerebbe il classico negativo 35mm delle comuni reflex dell’epoca, pare un formato più grande, 8,5×6 o 6,5×4,5, credo di un particolare tipo di macchine fotografiche. E poi mi fa pensare a un lavoro di sovrapposizione di testo (la scritta Eleonora ecc.) su una figura (il teschio). Alcune lettere del messaggio (a, n, r) sembrerebbero uguali, come se appartenessero a uno stesso font. Potrei sbagliarmi ma guardando attraverso le orbite sembrerebbe che il teschio non abbia la parte posteriore della calotta…

  126. stefano sl il 16 apr 2013 alle 12.12
  127. Il 5 marzo 1913 è la data di morte di Luigi Hugues, geografo e musicista (“musico”), aggiungo che suonava il flauto, come Emanuela…

  128. Franco il 16 apr 2013 alle 12.12
  129. Nella lettera singolare la citazione ” nella vigna del Signore” la stessa usata da Papa Benedetto XVI nel discorso quando fu eletto si defini ” operaio nella vigna del Signore”

  130. Achille Beia il 16 apr 2013 alle 02.02
  131. Buon giorno, secondo me i due simboli a sinistra della lettera sono i numeri 103 e 193..e volevo però far notare che la cifra 3 di entrambi i numeri è incorniciata da un rettangolo un pò allungato.. mi ricorda come una cassa da morto e il 3 all’ interno sembra una sagomina stilizzata e rannicchiata..per me i due 3 rappresentano i due corpi delle due ragazze..

  132. Vera il 16 apr 2013 alle 02.02
  133. Al messaggio di Paolo poco qui sopra, riguardo al “simbolo della metropolitana”: giusto!, anche perché le lettere “M” all’interno del testo hanno una forma completamente diversa.

  134. stefano sl il 16 apr 2013 alle 03.03
  135. Salve, forse mi sbaglio ma ho letto che la Fontana dei 4 fiumi a Roma si trova davanti alla chiesa di Santa Agnese in Agone.

  136. francesca il 16 apr 2013 alle 03.03
  137. Vorrei solo dire che leggendo il messaggio la primissima cosa che ho notato è come alcune lettere, in particolare N – B – M – R – D (ma in realtà anche, si noti in particolare “baroness”) siano state scritte in maniera più calcata delle altre. Forse c’è un messaggio nascosto tra le parole

  138. Raf il 17 apr 2013 alle 12.12
  139. Il negativo grande si riferisce secondo me ad una superficie di cemento dove era attaccata una lapide perche’ sulla destra di quella specie di A c’e’ il segno lasciato nel cemento fresco di qualcosa che era sulla facciata posteriore della lapide e serviva per tenerla ferma attaccata al muro.

  140. Giuseppe il 17 apr 2013 alle 08.08
  141. Il teschio con la scritta si trova, insieme ad altri, nella chiesa di Santa Maria dell’orazione e Morte a Roma.

  142. Francesco il 17 apr 2013 alle 09.09
  143. i capelli sembrano di mirella e non di emanuela, inoltre lo scritto ha lettere più calcate ed altre no, bisognerebbe capire se leggendo sole le une o solo le altre si aprono svelano altri significati
    domanda: ma l’uomo che ha fatto ritrovare il flauto si sa chi è?
    si stà indagando su di lui?

  144. claudia il 17 apr 2013 alle 02.02
  145. Salve, vorrei aggiungere a quando già detto da qualcuno in merito all’immagine n° 9. Quella stessa immagine di una donna sdraiata, ruotando in senso antiorario il negativo e aumentando la luminosità, sembra un viso che offre il profilo destro…non so se è solo la mia impressione! Buon lavoro

  146. francesco il 17 apr 2013 alle 04.04
  147. La scritta 4-fiume (foto Guardie Svizzere)potrebbe voler dire “3° fiume” (in runico 4=3).A Roma il 3° fiume è l’Euripus. Questo porta al sepolcro che si trova sotto il palazzo della Cancelleria (sommerso dalle acque dell’Euripus)

  148. Amanda il 17 apr 2013 alle 05.05
  149. Salve, volevo dirvi che il pizzo contenuto nella busta con i capelli
    è quasi sicuramente appartenente all’imbottitura di una bara in quanto fino a qualche anno fa erano usati per rifinire appunto quel tipo di imbottiture.

  150. claudio il 17 apr 2013 alle 06.06
  151. Io pure ho pensato al teschio trovato il 14 maggio 2001 nella chiesa San Gregorio VII a poca distanza dal Vaticano. Si è pensato di comparare il dna o il carbonio 14 di questo reperto con i capelli recapitati per posta?

  152. Elisa il 17 apr 2013 alle 10.10
  153. Salve. Torno sulla mia idea che il fotogramma piccolo sia riferito ad uno strato di cemento sopra il quale era fissata una lapide. Infatti a destra di quella che sembra una lettera A c’e’ una specie di buco molto regolare e dalla superficie liscia. Infatti ho trovato su un sito specializzato un tipo di borchia di fissaggio di lapidi che lascia quel segno nel cemento. Sul cemento poi sembrano incisi dei caratteri, uno sembrerebbe una A, appunto.

  154. Giuseppe il 17 apr 2013 alle 11.11
  155. Secondo me tutto si ricollega a Sant’Agnese, morta il 21 gennaio. Nella nona fotografia si possono notare due lettere, P ed E sovrapposte, anche se non molto visibili, che rimanderebbero ad una lucerna presente nelle catacombe di Sant’Agnese. Inoltre, abbiamo realizzato anche che il Mausoleo di Santa Costanza è chiamato anche ‘Tempio di Bacco’ per le varie rappresentazioni della vendemmia, e per questo potrebbe rimandare a ‘la vigna del signore’. Riguardo alla baronessa, non potrebbe riferirsi alla Baronessa di Carini, la ballata, anche se solo nel contesto alla storia?
    E, infine, i quattro fiumi e in generale Sant’Agnese rimandano anche a Piazza Navona.

  156. matteo il 17 apr 2013 alle 11.11
  157. salve…che dire…e’ tutto molto complicato..come molti prima di me penso che per chi voglia dire la verita’la strada piu’ semolice sarebbe,appunto,quella di parlare chiaro…Pero’ non si puo’ fare a meno di notare come molti indizi puntino verso la Germania,o cmq paesi in qui si parla tedesco..La frase di papa Benedetto,riportata nel messaggio,le foto tratte da un giornale in lingua tedesca,il quarto fiume della fontana di Piazza navona e’ il Danubio..il negativo mostra Estermann,sospettato di essere una spia della Stasi,il servizio segreto della gGermania Est…forse il mittente e’ un ex guardia svizzera..oppure punta il dito su UNA particolare guardia svizzera

  158. elena il 18 apr 2013 alle 12.12
  159. nell’ultimo negativo mi pare di scorgere piu che una faccia demoniaca, un uomo con mento sporgente che indissa occhiali modello militare molto grossi in testa porta un cappello nazifascista con uno stemma. sulla sinistra mi appare una ragazza che prega con le mani giunte. anche a me la fra “nella vigna del Signore” ha ricordato subito l’elezione di papa Ratzinger. spero di non avervi fatto perdere tempo. Buon lavoro

  160. silvia desenzani il 18 apr 2013 alle 12.12
  161. Buonasera, mi permetto di farvi notare che Luigi Hugues è si morto il 5/3/1913 ma non è nato il 26 ott 1808. E’ nato il 28/10/1836, infatti insegnò all’università di Torino fino al 1912. E non credo che abbia continuato ad insegnare fin’oltre i 100 anni. Anch’io ero arrivata a lui, ma quella data del 26 ott.1808 non riesco a collocarla da nessuna parte…un saluto e complimenti per la trasmissione.

  162. emanuela il 18 apr 2013 alle 12.12
  163. Buonasera, sono una vostra telespettatrice, sperando che la verità venga fuori e che possa esserci la parola FINE su questa vicenda che tanto scovolge le Famiglie Orlandi e Gregori, vorrei provar a dare il mio contributo sul secondo negativo, la foto °10.

    Non vorrei però esser impertinente o esser considerata male.

    Ho provato con semplici programmi del mio pc di editor -grafica e digitilazzione, a ruotare e a capovolgere l’immagine, modificando tutto:luce, colori,risoluzione.

    Provate pure voi, fate in modo che il marchio televisivo , finisca nell’angolo in fondo a SINISTRA, scritto al contrario…
    Quella che in realtà a prima vista sembra una grande A diventa l’8 di un 18.
    Inoltre,..dall’angolo in basso a destra sembra innalzarsi una scala , tipo quelle di servizio per fognature, metropolitane…insomma una scala usata per accedere a luoghi sottoreanei

    Sembra di veder oggetti bianchi rotondeggianti tipo teschi.
    Mi voglio fermare qua perchè non vorrei che la mia mente corresse troppo e veder che pure questo commento venga cancellato per errore o senza sapere il motivo.

    Il mio scopo non è quello di veder pubblicato il mio commento, che tanto viene assorbito da altri commenti simili,ma
    che si faccia luce su questo fatto.
    BUONA SERATA E BUON LAVORO, E CHE LE FAMIGLIE NON SMETTANO DI SPERARE DI AVERE ALMENO LA VERITà ANCHE SE FORSE NON POTRANNO AVERE LE LORO AMATE

  164. Fosca il 18 apr 2013 alle 01.01
  165. Io mi sono invece fissata sul pezzo di negativo….spero di non avere le traveggole ma a me sembra piuttosto di scorgere, sull’angolo sinistro del pezzo, il busto di una donna che porta il velo, come una suora, un po’ sullo sfondo. In primo piano mi sembra di vedere un uomo con un cappello stile armigero. Poi volevo aggiungere….anche se poi non c’entra nulla, che mi sembra di ricordare di una baronessa che era stata trovata morta in campagna, e che c’entrava qualcosa con piazza navona su per giù in quel periodo.

  166. cristina il 18 apr 2013 alle 02.02
  167. Guardando l’ultimo negativo…. Mi sembra un quadro con una donna appoggiata ad un masso con la mano sinistra alzata al cielo… Solo io ho visto questo?

  168. Nives il 18 apr 2013 alle 09.09
  169. In merito al messaggio in codice:
    La parte più coerente insiste su Sant’Agnese, sgozzata in Piazza Navona, ma c’è Sant’Agnese fuori le mura, dove il 21 gennaio le suore benedivano degli agnelli, usando poi la loro lana per gli abiti degli alti prelati (invia Frattina al 103 c’è una pelletteria ;le ossa delle ragazze sono state riposte nelle catacombe o in un cimitero nei pressi? Le date sul ritaglio sono quelle delle tombe? V’è anche il teschio della “baronessa” De Ben.? Una guardia svizzera s’è occupata dell’incombenza?) Notasi che , secondo la tradizione la vergine sarebbe apparsa otto giorni dopo il martirio ai genitori (sublimazione del timore atavico per le anime dei morti in maniera violenta e senza onori funebri; un vago senso di colpa ha aleggiato sulla faccenda fin dall’inizio)
    La VIGNA DEL SIGNORE potrebbe alludere alla parallela a via Frattina, via della Vite, che , come quella, termina col palazzo di Propaganda Fide (escluderei Vigna Codini e via della Vigna Murata)
    Il “MUSICO” sul ritaglio dovrebbe essere il dativo o l’ablativo di MUSICUS (PES), ovvero l’antico piede musico costituito da un trocheo e da un dattilo; fa pensare che la chiave del codice sia “ritmica” (vedi anche il numero 103 ripetuto due volte e le lettere“spostate” rispetto ad una scrittura ordinaria).
    L’autore pare essere un intellettualoide esperto di musica e antiquaria, con entrature ecclesiastiche, ma fornisce un po’ troppe informazioni su di sé ed ha un po’ troppa voglia di giocare per sembrare una fonte affidabile.

  170. francesco il 18 apr 2013 alle 09.09
  171. Ho visto la trasmissione di ieri sera, non so se c’entri qualcosa, è soltanto una associazione mentale, quando ho ascoltato le parole finali del messaggio inviato alla compagna di Manuela Orlandi:’…nella vigna del signore’ subito mi è venuto in mente il discorso di Ratzinger quando venne eletto papa, definì se stesso un umile servitore nella Vigna del Signore. Probabilmente non ha alcuna attinenza ma non si sa mai… buon lavoro.

  172. Sil il 18 apr 2013 alle 12.12
  173. se digito in google, come avevo fatto per 4 fiume, ed era comparsa la chiesa di sant agnese, 193 e 103, mi trovo due microfoni, 3 cerchiato, in chiesa o vaticano

  174. emanuela rossi il 18 apr 2013 alle 12.12
  175. Anch’io fin dalla puntata del 10 aprile quando ho sentito “nella vigna del signore” ho subito pensato al discorso del Papa emerito, tedesco come la lingua usata sui ritagli di giornale che raffigurano il giuramento delle guardie svizzere, qui o qualcuno che sa si è deciso a parlare oppure si tratta di qualche vigliacco che si diverte a far soffrire le famiglie, spero non sia questo il caso, comunque grazie infinite a chi l’ha visto.

  176. francesca il 18 apr 2013 alle 01.01
  177. Ho trovato questa curiosa notizia relativa a questa usanza n presso la comunita religiosa di Sant’agnese Fuori le mura “ogni anno il 21 gennaio, due agnelli allevati da religiose vengono benedetti e offerti al papa perché dalla loro lana siano tessuti i palli dei patriarchi e dei metropoliti del mondo cattolico.” Forse il significato di apparire come il 21 gennaio ….. etc , stà appunto per ” apparire come agnelli sacrificali offerti a cardinali e patriarchi? “

  178. Maria il 18 apr 2013 alle 02.02
  179. Nella fotografia del negativo non facilmente leggibile in un caso si potrebbe forse vedere un 17 (9) parte incisa 7 e con una rotazione del negativo riconscere una data contenuta nei baiocchi prodotti a roma e in altre località dello stato pontifico nel 1797 sotto PIO VI braschi. Alcuni dei solchi potrebbero quindi essere segni dell’usura sulla superficie della moneta, abrasioni e delle zigrinature sul margine.

  180. Victor il 18 apr 2013 alle 03.03
  181. buongiorno,seguo sempre la vs trasmissione e in quella di ieri sera 17 aprile quando avete parlato del messaggio con scritto 4 Fiume,mi è venuto da pensare alla linea dell’autobus 4(ora360) che fermava a piazza Fiume,forse la mia è solo un’associazione di idee dato che io lo prendevo spessissimo per andare alla rinascente,comunque mi è venuto in mente questo.buon lavoro a tutti. margherita

  182. Margherita il 18 apr 2013 alle 04.04
  183. scusate vedo male o nella lettera ci sono delle lettere più calcate di altre? vi ringrazio e buon lavoro.

  184. Giovanna il 18 apr 2013 alle 04.04
  185. salve seguo la trasmissione da tempo …ho seguito con interesse tutto :la foto del flauto di emanuela,il negativo della foto che 90 su cento come voi dite raffigura senz’altro la sparatoria a giovanni paolo II …. nel negativo più grande a me pare di vedere un angelo o qualcosa con delle ali che guarda verso il cielo…forse è solo una mia suggestione…potrebbe essere un dipinto..per quanto riguarda il resto.. il 21 anche a meha fatto venire in mente il collegamento col caso skerl che fu per l’appunto trovata in una vigna…forse sono solo supposizioni…da tempo vorrei che questo caso fosse risolto sia mirella che emanuela…spero di tutto cuore di aver potuto esservi utile…verità per mirella e emanuela…perchè non è possibile che ancora dopo 30 anni si lascino due famiglie nel dolore…

  186. Sara il 18 apr 2013 alle 06.06
  187. Salve,
    non se può essere utile, ho cercato il significato esatto di cosa si intende per “baronessa” che è in realtà il sostantivo femminile di Barone:
    “Barone è termine d’origine germanica, da bara o baro, che significava uomo libero o guerriero, e che latinizzato diventò baro, baronis.
    A partire dall’età moderna il titolo di barone è il “più basso” dei titoli feudali, benché possa anche essere concesso senza connessione con un feudo, come avviene nelle concessioni moderne, successive al periodo feudale. In Italia, dal 1948 i titoli nobiliari non sono riconosciuti.
    Nel significato moderno, viene definito “barone” colui che detiene un potere assoluto e incontrastato in un’istituzione pubblica, specialmente nel campo universitario o professionale, ove il termine è frequentemente usato per indicare quei titolari di cattedra il cui operato possa ingenerare il sospetto di un interesse privato nell’uso dei poteri e privilegi accademici, loro demandati o concessi”
    Forse il misterioso mittente vuol dire questo?Cioè qualcuno che ha un grande potere e che sà qualcosa? Forse usare il femminile è un modo per intendere in realtà la “Chiesa” il cui potere è infatti assoluto e incontrastato?

  188. Francesca il 18 apr 2013 alle 06.06
  189. Anche “la vigna del Signore” è un temine spesso usato in ambito ecclesiale per indicare la Chiesa.
    Grazie

  190. Francesca il 18 apr 2013 alle 06.06
  191. Buonasera,
    nel corso della trasmissione ho sentito che un negativo rimane misterioso. Vi dico cosa ci vedo io da profano. In alto a sinistra vedo una figura umana. A me ricorda una figura tipica degli affresci religiosi, tipo San Giuseppe con il capo avvolto nel mantello…
    Al centro vedo un’altra figura umana tipo quella sopra, ma forse inginocchiata, magari la Madonna.
    In basso a destra, mi sembra di vedere un altro teschio.
    Se questo fosse un affresco esposto in qualche chiesa, magari in una di quelle citate o collegate?
    Grazie e complimenti per il servizio che rendete

  192. Aldo Somenzi il 18 apr 2013 alle 06.06
  193. Buona sera,
    guardando i due negativi mi è sembrato di vedere in quello con lo sfondo azzurro (girando la testa verso sinistra)una bambina nel suo letto sulla destra (c’è un qualcosa a righe che sembra il lenzuolino) e una mano che si appoggia quasi per rimboccare le coperte. Nell’altra immagine invece mi sembra di vedere al centro una donna con un velo in testa seduta o accovacciata per terra che allunga una mano come per toccare un qualcosa che si trova in basso di fronte a lei. Dietro mi sembra di vedere delle persone che osservano la scena…

  194. Chiara il 18 apr 2013 alle 09.09
  195. “I Signori Cardinali hanno nominato me, un umile lavoratore nella vigna del Signore”
    Il 18 aprile 2005 Joseph Ratzinger diceva “Si” alla Cattedra di Pietro.
    Mi sembra di vedere un nesso tra gli articoli di giornale in tedesco, il giuramento delle guardie svizzere e le dimissioni del Papa.

  196. Gabriella il 18 apr 2013 alle 10.10
  197. Salve, ho seguito le puntate e ho cercato di leggere nei segni. Mi soffermo ancora sui numeri scritti a lato. E se fossero delle date? 10 marzo e 19 marzo? Non so se si possono ricollegare a qualcosa.

    Leggevo tra i vari commenti e c’è qualcuno che accenna alle catacombe. Avete pensato appunto alle catacombe di Sant’Agnese sempre sulla Nomentana?

    Nell’altro negativo invece(quello marrone, l’ultimo), io vedo delle persone. In alto a sx sembra una ragazza con una maglietta chiara, e verso dx sempre in alto al centro altri 2 visi, sembrano ragazzi. Sono messi vicini tra loro.

    State facendo un bellissimo lavoro e spero tanto che si sappia la verità quanto prima. Se non altro per le famiglie che meritano di sapere!

  198. Ilaria il 19 apr 2013 alle 01.01
  199. Il negativo grande si riferisce a graffiti su muro di tufo probabilmente nelle catacombe romane, vista anche la luce radente.

  200. Patrizia il 19 apr 2013 alle 10.10
  201. salve innanzi tutto un abbraccio ad i familiari di emanuela orlandi e poi una semplice riflessione anche se sono sicura che non sono l’unica a farla”perche cambia papa e pochissimo dopo arrivano questi segnali dopo 30 anni di silenzio? e poi una notizia che va verificata e’vero che da palazzo madama ci sono dei sotterranei che portano dritto al vaticano??? sono due pensieri che forse potrebbero essere approfonditi.un saluto e un ringraziamento ai giornalisti strepitosi

  202. francesca il 20 apr 2013 alle 11.11
  203. E se 10/3 e 19/3 fossero in qualche modo riferiti a qualche passo della bibbia? Visto che siamo in Vaticano….
    Non so, è un’idea che mi è venuta.
    Complimenti per la trasmissione

  204. Tiziana il 20 apr 2013 alle 03.03
  205. Comunque nell’articolo in inglese si parla di un percorso sotterraneo a Roma, guardando i vari percorsi mi pare di capire che la chiesa dove si trova il cranio sia collegata a varie catacombe, alla Fontana dei quattro fiumi (4 fiumi). Chissà se i corpi delle ragazze non sono da cercare in questi posti sotterranei?

  206. Edina il 20 apr 2013 alle 08.08
  207. 4-Fiume, secondo me un riferimento alla fontana dei 4 fiumi, davanti alla quale c’è la chiesa di Sant’Agnese. La cosa particolare è che dentro alla chiesa, nel sotterraneo,c’è un’opera chiamata “il miracolo dei capelli di Sant’Agnese”:da qui il riferimento ai “biondi capelli nella vigna del Signore”. Poi non credo che siano 193 e 103 i numeri a lato della lettera, perchè lo zero mi sembra più una o e l’uno mi sembra una i.

  208. Francy il 22 apr 2013 alle 02.02
  209. Potrebbe benissimo essere l’opera di un mitomane

  210. Trevi il 22 apr 2013 alle 08.08
  211. Buonasera, forse la parola “MUSICO” se letta al contrario significa qualcosa, o somiglia a qualche vocabolo latino o di altre lingue.

  212. mirco il 23 apr 2013 alle 12.12
  213. Nel secondo negativo, quello non ancora “decifrato”, mi pare semplicemente di vederci una altra guardia svizzera

  214. nicole il 23 apr 2013 alle 12.12
  215. In questa vicenda delle due lettere inviate a persone diverse, un testo criptico, dei numeri misteriosi ai lati delle lettere, rivedo un po’ la regola della crittografia asimmetrica. Magari non centra nulla, ma provarci.

  216. Angela il 25 apr 2013 alle 05.05
  217. leggendo il post di mirco del 23 aprile 2013 alle 12.12, effettivamente ocisum (musico scritto al contrario) tradotto dal latino vuol dire “arrivando”

  218. mauro il 25 apr 2013 alle 08.08

Scrivi un commento